Come posare un pavimento in laminato

Se sei in procinto di trasferirti in una casa nuova, oppure vuoi semplicemente rinnovare una stanza con la posa di un pavimento in laminato, ti starai chiedendo come fare per posarlo con strumenti fai da te.

Posare un pavimento in laminato è un lavoro di precisione, ma con gli strumenti giusti è possibile farlo anche da soli, aiutandosi solamente con i prodotti e gli strumenti di bricolage.

Il laminato è un materiale resistente e visivamente molto piacevole, che viene creato da una lamina in legno, su cui vengono impressi dei design che ricordano quelli di un parquet in legno. Questo procedimento viene ottenuto grazie a una pressofusione che imprime uno strato protettivo di resina melaminica che contribuisce alla resistenza del prodotto. Il foglio decorativo che si trova sulla parte più esterna del laminato può essere personalizzato con tantissimi pattern e colori, creando di fatto un prodotto economico ma resistente, e di sicuro effetto visivo.

Il pavimento in laminato, inoltre, è anche inossidabile: ciò vuol dire che non subirà il deterioramento naturale del legno, e può potenzialmente durare molti anni senza rovinarsi.
Inoltre, ha il grande vantaggio di poter essere installato sopra un altro pavimento esistente: questo lo rende un’ottima scelta nelle ristrutturazioni di case vecchie.

L’unico svantaggio è dato dal fatto che non sopporta bene temperature alte, che rischiano di rovinare il disegno del pavimento. Con piccoli accorgimenti, però, è possibile mantenere un laminato in ottime condizioni.

Come montare un pavimento laminato: il procedimento

Per prima cosa, è necessario lasciare le assi per uno o due giorni dentro la stanza dove verrà installato il pavimento, per permettere al materiale di adattarsi alla temperatura e all’umidità della stanza. Non è un passaggio obbligatorio, ma favorisce la buona posa del pavimento.

Il pavimento deve essere stato pulito con cura e senza umidità. Prima della posa, è buona prassi mettere uno strato di materassino o rivestimento isolante, in modo da proteggere lo strato di pavimento sottostante e anche le assi del laminato. In questo modo, sarà meno probabile che l’umidità possa danneggiare il pavimento nuovo. Infine, posa anche un ultimo strato di gommapiuma: questo permette al laminato di essere posato in modo uniforme, senza rigonfiamenti antiestetici che possono finire per rovinare l’effetto finale.

A questo punto puoi iniziare a posare il pavimento: inizia da un angolo a tua scelta, e posa un asse procedendo per file, e nel mentre utilizza anche gli spaziatori. Questi spaziatori (molto facili da trovare nei negozi online di fai da te) servono a mantenere la distanza tra il pannello e la parete. Se necessario, taglia il pezzo se risulta troppo lungo.
Il laminato è un pavimento facile da posare perché funziona ad incastro: basta posare ogni pannello vicino all’altro, unendole usando un martello e un ceppo da battitura.

Piccoli accorgimenti per un pavimento perfetto

Ricorda sempre di misurare con precisione la lunghezza di ogni doga, soprattutto dell’ultima di ogni fila e della fila di doghe che completerà la stanza.
Per quanto riguarda tubature o altri elementi della stanza, assicurati di creare un buco o fessura che possa incastrare perfettamente la doga.

L’ultimo step include la rimozione totale di tutti i separatori, che a quel punto non serviranno più e avranno stabilito la stessa distanza tra doga e parete per ogni lato di laminato installato.

Quando applichi gli zoccolini, assicurati che siano della misura giusta e in coordinato con il colore del laminato.

Come pulire e lavare il pavimento laminato

Il pavimento di laminato ha moltissimi vantaggi. Come abbiamo visto, è economico, pratico ed ha un bell’effetto visivo.

È importante sapere anche come gestire il laminato dal punto di vista della pulizia e dell’igiene. Perciò come fare per pulire e lavare il pavimento laminato senza rovinarlo?

Fortunatamente, è una superficie molto facile da pulire.
È importante mantenere sempre un certo livello di pulizia, utilizzando la classica scopa con setole morbide (quelle troppo ruvide rischiano di grattare e rovinare la superficie).

Anche i panni attira polvere sono ottimi sul laminato, perché la loro superficie morbida non danneggia e raccoglie la polvere facilmente.
L’aspirapolvere è tollerata molto bene dal laminato, che è anche molto resistente. Bisogna solo fare attenzione a non graffiare la superficie.

Come tutti i pavimenti, anche il laminato si sporca piuttosto facilmente.
Un elemento importante da ricordare è quello di non lasciare liquidi non asciugati sulla superficie del laminato, né di lavarlo con un getto d’acqua.

Basta solamente un po’ di acqua, meglio se con un panno morbido, utilizzando rigorosamente detergenti delicati. Ci sono molti detergenti in commercio che non rovinano il pavimento.
Un rimedio in casa è quello di utilizzare dell’aceto diluito per pulire il pavimento; inoltre, questa miscela può aiutare a lucidare il pavimento in laminato ed eliminare le macchie di grasso che possono cadere in cucina.

Un’alternativa anti-macchie è sicuramente il detersivo per i piatti.

Conclusioni

Scegliere e posare un pavimento in laminato è facile, ed è un lavoro perfetto per gli appassionati di fai da te. Si possono acquistare facilmente tutti gli accessori e i materiali online.
Il laminato è un pavimento resistente, facile da gestire e pulire, che può essere un’ottima soluzione dai costi contenuti, e dall’effetto finale molto piacevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu